IL LIBRO PRENDE FORMA

L’attività si pone come obiettivo l’unione di competenze trasversali che spaziano dalla lettura, comprensione di un testo narrativo e giungono alla trasposizione in forma manuale di quanto è stato letto e compreso. 

Nello specifico si parte dalla lettura dei testi “Il furto del secolo” e "Il prigioniero della pietra" di Daniele Nicastro e prosegue con la creazione di manufatti e opere plastiche ispirate ai protagonisti dei libri. 

L’attività plastica, dopo un primo approccio teorico alla materia, consiste nell’acquisizione di una minima perizia tecnica attraverso la realizzazione di oggetti di uso quotidiano, simboli storici (il giglio di Firenze) e la creazione di un manufatto ispirato alla Gioconda.

L’attività si svolge con la collaborazione dello scrittore e dello scultore Michelangelo Tallone.